Claudio Sottocornola per Expo 2015: le lezioni-concerto su YouTube

Claudio Sottocornola per Expo 2015: le lezioni-concerto su YouTube

In occasione dell’Esposizione Universale 2015, il ‘filosofo del pop’ pubblica in rete tre tra le sue più apprezzate iniziative con gli studenti: tra musica, storia, costume e filosofia, uno sguardo all’identità nazionale e all’eccellenza italiana

CLD-Claude Productions
Presenta:

Una notte in Italia per l’Expo 2015:
tre lezioni-concerto su YouTube

31 gennaio: La chiamavano Bocca di Rosa (Cantautori)

28 febbraio: Miss(ing) Italia (Immagine della donna)

31 marzo: Adorable Sixties (Anni ’60)

C.Sottocornola, lez. concerto

Il 2015 di Claudio Sottocornola comincia all’insegna di grandi novità. Poco dopo l’uscita di Una notte in Italia su pen drive USB, il professore lombardo annuncia la pubblicazione di tre delle sue apprezzate lezioni-concerto su YouTube in occasione dell’Expo 2015. Si tratta delle “lezioni-concerto sull’unità d’Italia” tenute con gli studenti del Liceo Mascheroni di Bergamo nel 2011 presso l’’Auditorium della Provincia di Bergamo, nell’ambito del corso Una notte in Italia per la Terza Università di Bergamo, da poco pubblicate su USB e ora lanciate in rete sulCanale CLDclaudeproductions di You Tube e linkate al sito dell’autore e del Liceo Mascheroni, con tre appuntamenti mensili. Expo 2015 è l’occasione più idonea per riproporre queste lezioni-concerto, accomunate daltema dell’identità italiana: si parte il 31 gennaio con La chiamavano Bocca di Rosa (Cantautori), a seguire il 28 febbraio Miss(ing) Italia (Immagine della donna) e il 31 marzo Adorable Sixties (Anni ’60).

Con il ciclo Una notte in Italia Sottocornola ha voluto celebrare l’anniversario dell’unificazione nazionaleparlando di identità nazionale a partire dal basso della cultura popolare, di quella canzone “leggera” che aveva plasmato un senso di appartenenza, generando una prima, condivisa unità linguistica, e poi un immaginario trasversale a società e territorio. Queste lezioni-concerto sono state dei veri e propri happening amatissimi dagli studenti, coinvolti dalla fusione di narrazione, ermeneutica e musica: un’esperienza rivelatrice della capacità che i ragazzi hanno di rispondere agli stimoli che li inoltrano in territori nuovi come la Storia della canzone, da Nilla Pizzi agli 883, passando per Vasco e De André, Battisti e De Gregori, Mina e la Nannini. Gli stessi ragazzi hanno saputo rispondere in modo creativo con poesie e coreografie da loro ideate, accompagnando l’esecuzione con chitarre elettriche e duetti. Un’esperienza performativa a tutto tondo, ma anche una proposta didattica che potrebbe fare da apripista e suggerire nuove, possibili vie da percorrere nel rapporto fra musica, scuola e territorio.

L’imminente apertura di Expo 2015, manifestazione che vede l’Italia presentarsi ancora una volta sul palcoscenico internazionale con le proprie eccellenze, è l’orizzonte più idoneo a riproporre queste lezioni-concerto sull’Unità a un pubblico vasto, che potrà così ripercorrere il meglio della canzone italiana declinato in stretta connessione con la storia della sua gente e delle speranze che continuano ad animarla. E’ un contributo che il filosofo del pop consegna al Web nello sforzo di coniugare musica e formazione, analisi critica e performance artistica, memoria storica e identità nazionale.

Informazioni:

Claudio Sottocornola:
www.claudiosottocornola-claude.com

Liceo Mascheroni:
www.liceomascheroni.it

Ufficio stampa Synpress44:
www.synpress44.com

28-01-2015

Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento