TrentinoInJazz 2014: Johanna Porcheddu e Trio Conductus in ‘Le due vite’!

TrentinoInJazz 2014: Johanna Porcheddu e Trio Conductus in ‘Le due vite’!

Penultima serata per la rassegna trentina: martedì 25 novembre a Trento l’affascinante ‘melologo per attrice e tre strumenti’ scritto da Marcello Fera e tratto dagli scritti di Danilo Montaldi

 

Trentino Jazz
Fondazione CARITRO
Provincia autonoma di Trento
Regione Autonoma Trentino Alto Adige
Scuola Musicale Eccher

sono lieti di presentare:

TRENTINOINJAZZ 2014
…battendo nuove vie…

Martedì 25 novembre 2014
ore 20.30
Sala della Fondazione Caritro,
Via Calepina 1
Trento

LE DUE VITE di Marcello Fera
melologo per attrice e tre strumenti

Porcheddu e Conductus

Penultima serata per il TrentinoInJazz 2014, partito lo scorso luglio e giunto in dirittura d’arrivo, con un appuntamento speciale tra teatro e musica a Trento. Martedì 25 novembre, in Fondazione Caritro, un’interessante operazione dal titolo Le due vite – Melologo per attrice (Johanna Porcheddu) e tre strumenti (il Trio Conductus di Nathan Chizzali, Marcello Fera e Silvio Gabardi, violino, violoncello e contrabbasso). Si tratta di un melologo scritto da Marcello Fera (compositore, violinista e direttore d’orchestra) e tratto da Autobiografie della leggera (1961) di Danilo Montaldi, intelligente interprete del cambiamento sociale del dopoguerra che raccolse i memoriali di cinque marginali del Cremonese. Persone ascrivibili alla cosiddetta “Leggera”, termine che designa, in molti dialetti del nord Italia, una dimensione sociale ed esistenziale a cavallo tra piccola criminalità e precarietà lavorativa.

La narrazione di sé, delle proprie esperienze di vita, si fa in queste memorie, coscientemente atto letterario, epico: è proprio questa singolare epica di vita che costituisce il punto di partenza di Le due vite. Le due vite sono quelle di Cicci, prostituta prima, irreprensibile signora poi, che riflette sulla sua condizione passata e presente, nelle campagne cremonesi degli anni ’20. Fin dall’adolescenza è insidiata dalle attenzioni erotiche di uomini e donne, approda fatalmente alla prostituzione per poi conoscere l’amore, le atrocità della guerra e il ritorno al paese d’origine. Uno sguardo a ritroso, vivace, coraggioso e implacabile, pervaso dalla forza morale di chi è abituato a confrontarsi con le conseguenze di ogni scelta.

Dopo l’edizione del 2013, che ha convogliato sotto un’unica denominazione quattro rassegne che prima operavano separatamente (Sonata Islands, NonSole Jazz, Valsugana Jazz Tour e Lagarina Jazz), quest’anno il TrentinoInJazz ha rafforzato l’unitarietà resistendo alla crisi con un cartellone corposo e variegato, ricco di diverse espressioni del jazz contemporaneo, con nomi italiani e stranieri nelle consuete location di sogno della provincia di Trento. Entusiasta e positiva Chiara Biondani, presidente dell’Associazione TIJ: “Anche nel 2014 TrentinoInJazz ha confermato la sua vocazione a farsi rete, ribadendo l’unione di quattro festival con una storia importante e rilanciando il miglior antidoto alla crisi del settore musicale: un lungo cartellone, ingressi gratuiti e serate a “prezzo simbolico”, proposte jazz per tutti i gusti, un’attenzione speciale da parte delle istituzioni pubbliche trentine per il turismo e la cultura declinati in musica”.

Prossima e ultima data: 6 dicembre, Osso Mastrosso e Carcagnosso (Rovereto).

Calendario completo della rassegna___11 luglio-6 dicembre:
www.synpress44.com/02Works.asp?id=2722&stc=3

Mediapartners:

Jazzit: www.jazzit.it
Jazzitalia: www.jazzitalia.net
Senzabarcode: www.senzabarcode.it

Info:

www.trentinojazz.com
info@trentinojazz.com
0463/424310

TrentinoInJazz 2014 su Facebook:
www.facebook.com/trentinoinjazz

Ufficio stampa:
www.synpress44.com

20-11-2014

Nessun commento »

Non ci sono ancora commenti.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento