Close

Cotto e suonato – La musica immaginifica in cucina

Il progressive è stato uno dei momenti più stimolanti della scena artistica internazionale – e italiana – degli ultimi decenni, una vera e propria rivoluzione. Oggi, compiuti simbolicamente i suoi primi quarant’anni, porta la propria creatività anche in cucina, in un’originale unione sui generis tra musica e arte culinaria. I protagonisti di quest’esperienza indimenticabile passano allora – almeno idealmente – dal palcoscenico ai fornelli, accompagnandoci in un viaggio che mischia note, ispirazione, vino e golosità.

Ognuno – Abash, Banco del Mutuo Soccorso, La Maschera di Cera, le ex Orme, Nuova Raccomandata con Ricevuta di Ritorno, Osanna, Periferia del Mondo, PFM, Sinestesia, The Trip – viene fotografato in un’istantanea dove trovano posto la storia musicale, un breve ritratto gastronomico della regione di appartenenza e, soprattutto, una lunga chiacchierata “fra tavola e fornelli” e un intero menu ad hoc, un po’ ispirato dalle canzoni, un po’ colorato di prog.

Rassegna stampa