Diario

Diario

The Rhythm Method (diary): 29 novembre

La musica non è fatta solo di divi, di eroi vincenti e gloriosi. C’è un universo di coni d’ombra, di zone oscure, di dietro le quinte. Luoghi lontani dai riflettori, dove si sono mosse personalità decisive quanto i protagonisti. Uno di questi è Roby Matano. Probabilmente il suo nome dirà

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 17 novembre

Qualche tempo fa, in una delle nostre periodiche conversazioni on the road per fare il punto della situazione, Giacomo Cacciatori ed io ci siamo fatti qualche domanda. Il peso del suono, la leggerezza della musica, la percezione di dove arriva quello che si pubblica, in quale mondo emotivo entra, come

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 9 novembre

Dieci anni fa, nel novembre del 2013, si concludeva una delle più significative esperienze del giornalismo musicale nostrano. Usciva in edicola l’ultimo numero di Jam, il 207. Jim Morrison era il volto potente dell’ultima cover story (a mio avviso il fiore all’occhiello del mensile diretto da Ezio Guaitamacchi), dedicata ai

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 5 novembre

Bataille diceva che comunicare ferisce o insozza. I recenti giorni di ritiro e studio a Pomaia ci hanno insegnato che esistono strumenti per ripulire la mente, partendo dalla parsimonia della parola e dell’immagine. Ieri sono arrivato a Pordenone travolto da segni, colori e simboli: quelli delle copertine dei 33 giri.

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 11 ottobre

Oggi ho compiuto 48 anni. Un numero importante, anche se i numeri contano poco. Anzi contano il giusto, se li si interpreta in chiave simbolica. Quarantotto suona come una rivoluzione, rimbomba come un grande disordine, e tra le attitudini di chi ha a cuore questo numero c’è la creatività, che

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 3 settembre

Se è vero che abbiamo avuto tanti Battisti (soul, blues, rock, funk, disco, pop), è altrettanto vero che negli anni abbiamo assistito a tante rivisitazioni del suo repertorio. Quella in chiave jazz è cosa piuttosto rara, rarissima addirittura se profumata di latin-swing da big band: il pubblico del Teatro Romano,

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 19 agosto

Il mio vacillante stato di salute si è risollevato grazie all’aerosol marino attivato durante Covergreen. Costa degli Etruschi vs. Broncostenosi con la rigogliosa benedizione tyrrenica di Fufluns. Sono stati giorni preziosi, quelli di San Vincenzo; ottava edizione di Covergreen, tra le più belle dal 2016. È una rassegna che sento

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 3 luglio

«Il nostro modesto referendum (amate più Battisti-Mogol o Battisti-Panella?) si è appena concluso. Elevatissimo numero di votanti e, fino all’ultimo, incertezza sull’esito. Infine, il notaio mi ha consegnato la busta con il verdetto: prevale, di un cicinino, Pasquale Panella». Grazie a Luigi Manconi, che nella puntata 37 del Canzoniere Italiano,

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 20 giugno

Quando si affrontano gli studi battistiani non si può non passare dal librone Lucio Battisti – Discografia Mondiale, che Michele Neri pubblicò con Coniglio Editore nel 2010. E’ un testo di riferimento per la completezza e le connessioni, tra quelli più importanti nella letteratura in materia che conta una cinquantina

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 27 maggio

Non per diletto nè per diporto, ma per studio e investigazione, anzi per ri-cognizione umana e artistica, abbiamo intrapreso un soggiorno marocchino. Ho scattato pochissime foto, precisamente due. Una al portone magnificamente intarsiato di un riad un po’ sgarrupato in pieno deserto, l’altra in questo vicoletto nel dedalo della Medina

Continua a leggere »