Un nastro rosa a Abbey road

News

Il nastro rosa su RadioCoop!

Donato Zoppo, scrittore e giornalista, riprende due suoi testi precedentemente pubblicati e ora aggiornati e arricchiti da nuovi contributi. L’uno dedicato all’immortale “Something” di George Harrison & the Beatles, del 1969, l’altro a “Un nastro rosa” di Lucio Battisti, di dieci anni dopo. Due analisi approfondite di due brani iconici

Continua a leggere »
News

Il Nastro rosa su Iocisto!

Una bella recensione di Tommaso D’Alterio sul sito della Libreria Iocisto, Napoli, dove ho presentato in prima nazionale il nuovo libro. Come in ambito televisivo le reti generaliste hanno dovuto fare spazio ai canali tematici anche nel mercato musicale sono venuti meno i tradizionali punti di riferimento: tramontata la vecchia

Continua a leggere »
News

Musiche Moderne: la nostra nuova collana!

16 maggio. Nel giorno di Vesak è cosa buona annunciare eventi buoni. Partendo piano e da lontano, come sempre accade quando a muoversi sono cose grandi e belle. Lo scorso ottobre Marco Masoni ha pubblicato con Pacini Editore L’alba dentro l’imbrunire. Viaggio nella spiritualità della musica italiana. Un testo-base per

Continua a leggere »
News

Il nastro rosa su Minima Et Moralia

Oggi è il giorno della quercia. Stabilità arborea, essenza diversa dall’amato cipresso o dallo speculare faggio. Durezza e durevolezza: legno per porte solide, che difendono dai lunghi tempi dell’inverno. Oggi il Nastro Rosa è su Minima et Moralia. Un estratto battistiano – l’incontro al vertice tra Lucio e Peter Gabriel,

Continua a leggere »
News

Il nastro rosa sul Mattino: buon primo maggio

Il primo maggio è Quiet Steam: accumulo di suono e cerchi concentrici. Una cellula sommersa negli oceani, si gonfia con il beat ciclico. Attingo spesso a Flotsam & Jetsam, voluminosa libreria di remix di Peter Gabriel. Ci trovo jungle a gamba tesa – il lavoro – e pulsazioni remote, dal

Continua a leggere »
News

Il mio canto libero: Sacile 30 aprile

Ieri riascoltavo le produzioni Almendra Music. Sound stretching dal battito del martelletto all’onda pulsante. Semi di corde e orizzonti di fuoco, respiro degli dèi. Modern-classical, lo nominavamo. Terminologia è egemonia, ma cade dinanzi a un concetto-pietra angolare: suono dell’accoglienza, condivisione del silenzio, senza paura. Amo questo plot ricorrente. Il suono

Continua a leggere »