The Rhythm Method

Diario

The Rhythm Method (diary): 23 ottobre

I miei non ascoltavano musica; o meglio, non in modo volontario e consapevole. Tuttavia in macchina ogni tanto apparivano delle cassette – ricordo benissimo le antologie di John Lennon e Santana, Musicante di Pino Daniele – prestate da Gaetano, collega baffuto e capelluto di papà. Nell’autunno del 1981 circolava in

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 22 ottobre

Il libro più piccolo del mondo – anzi della mia libreria – è assai spassoso. Mi piace l’idea di queste pillole di benessere cartaceo che scompaiono in tasca e ricompaiono quando meno te lo aspetti. Un paio di euro per un centinaio di righe e un sorriso largo. Rileggerlo mi

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 21 ottobre

Ogni tanto faccio delle passeggiate mattutine tra le note del telefono. Appunti volanti in questo contenitore virtuale, un pulviscolo di frammenti. Ho ritrovato due righe del 26 ottobre di due anni fa, quando la vita aveva preso da un bel po’ di tempo direzioni diverse. Maurice Blanchot, Lo spazio letterario.

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 20 ottobre

Tengo molto alle lezioni di rock che ho cominciato alla Accademia Lizard di Benevento. Credo sia una delle poche realtà in Italia aperte a questo tipo di insegnamento. Avevamo sondato un iniziale interesse con le masterclass tematiche (grunge, prog, metal etc) e da settembre siamo partiti con il corso di

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 18 ottobre

Mia nonna materna ogni sera si diceva le orazioni. Quando poi cominciò a perdere colpi ogni momento divenne buono per quel bisbiglio tutto in latinorum. Era una sequenza sibilante di esse tipo poeta greco amatoriale che declama Kafavis sottovoce, mista ai ghirigori di Totò con le mani. Credo che sia

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 17 ottobre

  Sophia Loren adagiata sulla sua chioma, senza trucco. La benda nera di John Ford. Il duca di Windsor con la faccia da Buster Keaton. Marilyn mesta, distante. Isaiah Berlin: tutto il potere nella bocca. La scarpa Perugia: tutto il potere nel passo. Malcolm X sfumato, identità senza identità. Enrica,

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 14 ottobre

Anche la seconda puntata di Radio Città Golf Club è andata. Non avrei mai immaginato di accettare la proposta dell’emittente intrufolandomi in un programma così lontano dal mio, ma il richiamo dell’irrazionale a volte è troppo allettante. Grazie a chi ci ha ascoltato ieri sera, davvero tante e tanti sia

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 13 ottobre

In nome del più sano pragmatismo americano, William James dichiarò che in un incontro non siamo mai una persona sola ma tre: come vediamo noi stessi, come vediamo l’altra persona, come siamo realmente. Gli altri come specchio. Ecco perchè l’amicizia è un dono speciale, da centellinare. Martedì pomeriggio Luca e

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 11 ottobre

Oggi ho compiuto 47 anni. L’età anagrafica è come la vita, impermanente e transitoria, quindi poco rilevante. A volte ci gioco, ad esempio quando faccio il saggio con i giovincelli o quando mi mostro fresco e tosto con gli amici fratelli maggiori. Bilancia ascendente leone, il meglio che si possa

Continua a leggere »
Diario

The Rhythm Method (diary): 11 ottobre

Le connessioni sono sempre la cosa più divertente. Conosco Alessandro Monti da un ventennio ma ci siamo incontrati solo domenica pomeriggio. Non ricordavo che il nostro primo contatto fosse legato a illeciti scambi di bootleg dei Van der Graaf. Lo ha rivelato pubblicamente, mentre in privato mi ha aggiornato sulle

Continua a leggere »