Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram

Ti potrebbero interessare anche

Mudra Sounds XI.

Ogni tanto mi diletto con gli haiku. Mi diverte e mi stimola il rapporto tra la regola e l’impeto, tra la costrizione della brevità e lo slancio del poco. Questo connubio solo in apparenza non conflittuale è sciolto nell’immagine, risolto nella costituzione di un immaginario.

Il primo ascolto degli I Hate My Village mi lasciò titubante: non era cosa nuova l’afrobeat robotico aggiornato ai tempi di Battles e Atoms For Peace. Poi è cambiato qualcosa, probabilmente io, così l’ho ripreso di recente, e con vero piacere; il segreto del gusto acquisito.

Tony Hawk Of Ghana è una bella bordata ficcante, soprattutto dal vivo; Fare un fuoco mi eccita sin dal titolo, smania e scatti e rubati, con la chitarra fiammeggiante dallo spazio alla Steve Hillage.

Passa il treno
Antichi suoni neri
Terra di ombra
[highlife 5.7.5]